PROFESSIONE: ODIATORE TINDERIANO

Quando ho scritto questo pezzo eravamo in prossimità della giornata mondiale della gentilezza. E allora, ho pensato, quale migliore occasione per spargere petali di rosa bianca sulle bio di alcuni fantomatici odiatori della rete?

Pure su Tinder ci sono. E a bizzeffe.

Prima però voglio ricordare questo bellissimo brano tratta da un libro di Lorenzo Marone, che già nel titolo prefigura la poesia: “La tristezza ha il sonno leggero”. “[…] è che la dolcezza chiama dolcezza. Puoi anche disprezzare il mondo. Puoi anche sentirti in credito con la vita. Puoi anche pensare che nessuno meriti il tuo amore. Ma se incontri qualcuno che sussulta a una tua carezza, non puoi fare finta di nulla: devi smettere almeno per un momento di odiare”.

Vorrei passare una amichevole, quasi materna, carezza sul capo a quanti nel presentarsi sulle dating app preferiscono mettere avanti risentimento, rancore, disprezzo, a volte quasi odio. A coloro che, sbattuti a riva da qualche mare tempestoso, o semplicemente spazientiti dagli scarsi risultati ottenuti, preferiscono inveire a casaccio dalla propria bio, invece di rimboccarsi le maniche e cercare di ESSERE qualcosa di bello e buono.

Cari signori (e magari anche signore, ma i profili delle donne non li monitoro), vi state semplicemente tirando una gran bella zappata sui piedi. Più che qualche sprovveduta crocerossina non attirerete a voi (e spero neanche quelle).

Ma passiamo a una ampia e ‘interessante’ carrellata di amorevoli bio.

Tutte a scrivere no questo, no quello… provate a dire siiiiiii… forse se siete ridotte così sarà forse perché dite sempre NO? Ps Non sopporto le sopracciglia dipinte, chiedo venia. Sono per il naturale.

Concordo sul dire sì, sul far capire cosa ci piace piuttosto che mettere le mani avanti con dei no. Ma tu cosa stai facendo?

No vegane, vegetariane, o qualsiasi altra forma di alimentazione che non comprenda carne e pesce, no fumatrici incallite, fanatiche della palestra, no alle discotecare… amo il cinema, le serate tranquille, il sushi e la pizza… ho un cane e vivo solo. Se anche una sola cosa di queste non vi sta bene evitate subito, grazie. 

Due etti di prosciutto cotto, un litro di latte… ah, e quella confezione di mortazza pure, grazieeeee. Oltre i contenuti, il modo, il tono, l’espressione generale contano.

Cioè, non ce n’è una con una vita normale? Tutte modelle, tutte vip, vite fighissime, piene di colpi di scena, tutte in viaggio, tutte gnocche. Cercasi normalità e carattere. Ps. No fighe di legno

Dove sei sintonizzato? Danno ancora “Beautiful” dopo pranzo?

Dovete dire cosa cercate! Se fai la escort dillo! Se mi paragoni a tutti gli altri uomini vai a cagare! Evitare foto al cesso e prima di fare supposizioni conoscimi. Non scrivo per primo, non perché me la tiro, ma perché non vi va mai bene niente. Se vuoi tutto e subito premi la X. Prova a scrivermi su IG… ma non è garantita la risposta.

Tante carezze qui, tante carezze.

Siete bellissime, intelligentissime, affascinantissime… ma com’è possibile che siate ancora single?

Mah, ai posteri l’ardua sentenza.

Nel museo immaginario, dove regna l’antropologia del fantastico, dico no al gusto da luna park, no al sapore dei baracconi da fiera paesana, no allo stile Las Vegas, no al superdecorato, al supercolorato. No all’accostamento di cose improprie ed estranee tra loro, come il sacro e il profano. No a smalto sbeccato e tallone screpolato.

Così parlò l’arredatore-esteta.

Non mi aspetto nulla da Tinder, vorrei conoscere e perché no passare qualche giornata felice (magari anche qualche mese, o anno… chissà) con qualcuno che abbia le palle di dirti quando è stanca del rapporto, che è finita senza tirare per le lunghe e indurti a essere tu che tronchi (per mancanza di coraggio nel parlare).

Forse meglio superare precedenti traumi prima di presentarsi al mondo…

Rilancio e chiudo per contrappasso con una presentazione che ho trovato molto intelligente

Usciamo tutti da situazioni, siamo tutti ammaccati e rotti, ma bisogna dare il meglio di sé stessi, perché se mai incontrerai una persona che merita devi darle il meglio di te. Anche io a mia volta spero di trovare una persona così. Think positive, be positive, and positive things will happen.

Amen.

P.s. Quanto a tipi strani, vogliamo poi parlare di chi sta sulla chat, pur non dichiarandosi un ‘gran chattatore’?

♠ In copertina: “Alice in wonderland”, Tim Burton, 2010

Lascia un commento